Come ottenere la certificazione biologica

REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici

”La produzione biologica è un sistema globale di gestione dell’azienda agricola e di produzione agroalimentare basato sull’interazione tra le migliori pratiche ambientali, un alto livello di biodiversità, la salvaguardia delle risorse naturali, l’applicazione di criteri rigorosi in materia di benessere degli animali e una produzione confacente alle preferenze di taluni consumatori per prodotti ottenuti con sostanze e procedimenti naturali. Il metodo di produzione biologico esplica pertanto una duplice funzione sociale, provvedendo da un lato a un mercato specifico che risponde alla domanda di prodotti biologici dei consumatori e, dall’altro, fornendo beni pubblici che contribuiscono alla tutela dell’ambiente, al benessere degli animali e allo sviluppo rurale."

B&O Italy, come tutte le realtà che operano in ambito bio, è controllata da un organismo di controllo - nel nostro caso CCPB -, autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole che verifica il rispetto di regolamenti e normative e concede l’utilizzo del marchio dell’ente sulle etichette dei prodotti commercializzati.

Rilascio della Notifica di Attività con Metodo Biologico

CCPB è un organismo di certificazione autorizzato a verificare la conformità al regolamento comunitario. Perciò tutte le aziende di produzione, preparazione, commercializzazione e importazione di prodotti agricoli o derrate alimentari da agricoltura biologica possono rivolgersi a CCPB e assoggettarsi al sistema di controllo attraverso la compilazione della Notifica di Attività con Metodo Biologico.

Dal 2012 gli operatori sono tenuti al rispetto delle procedure sull’informatizzazione della notifica biologica. Le modalità di presentazione sono differenti da Regione a Regione. Nelle Regioni Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria e Puglia sono operativi sistemi informatici regionali. Nelle altre Regioni e Province Autonome è operativo il SIB (Sistema Informativo Biologico) nazionale.

Fasi di Certificazione Biologica

Una volta completata la Notifica di Attività con Metodo Biologico le fasi della certificazione prevedono:

  1. Quando la notifica viene resa disponibile all’organismo di certificazione, questo provvede per l’esecuzione della prima visita ispettiva, denominata “fase di avvio”, e affida l’azienda a un ispettore che procede con la verifica

  2. L’ispettore verifica la conformità dell’azienda e della documentazione predisposta dall’operatore al regolamento comunitario e presenta una relazione all’organismo di certificazione.

  3. Una volta valutati i documenti e i risultati della verifica ispettiva fase di avvio, l’organismo di certificazione decide, se del caso, per l’ammissione dell’operatore nel sistema di controllo del biologico

  4. All’azienda idonea viene comunicata l’idoneità e i tempi per la conversione (per le aziende agricole) attribuiti ai singoli appezzamenti in funzione della produzione e le eventuali azioni correttive da adottare

  5. All’azienda NON idonea viene comunicata la non idoneità con le relative motivazioni, e le modalità per un eventuale ricorso

  6. In base a un Piano Preventivo dei Controlli Annuale, l’ organismo di certificazione sorveglia e valuta il mantenimento della conformità alla norma di riferimento.
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner