Lupino bianco (Lupinus albus L.)

Il lupino bianco (Lupinus albus L.) è un legume altamente energetico, entrato a trecentosessanta gradi all'interno della dieta mediterranea. La pianta dei lupini è coltivata sin dai tempi più remoti nelle aree del Mediterraneo e del Medio Oriente, grazie alla marcata adattabilità a terreni acidi ed aridi, e a climi ostici e sfavorevoli. Ma non è tutto: fin dall'antichità, è stata osservata la spiccata capacità della pianta di giovare al terreno, migliorandone persino la fertilità.

I lupini devono essere consumati previa cottura a causa di una sostanza di natura alcaloidea, denaturata - quindi resa innocua - dal calore o da opportuni processi di preparazione: la molecola potenzialmente tossica è soprattutto la lupo-tossina. Al fine di rendere commestibili i lupini, è necessaria una salamoia, utile per “estrarre” gli alcaloidi amari e tossici o una cottura prolungata. 

La farina di lupini oggi riveste delle caratteristiche nutrizionali interessanti: aggiungendo una percentuale di farina di lupini alla farina di grano, questo prodotto acquista delle caratteristiche nutrizionali tali da rendere la pasta che ne deriva un prodotto eccellente per la dieta. Aggiungendo alla farina di grano la farina di lupino è infatti possibile: completare il pool di amminoacidi essenziali, aumentare le proteine totali, aumentare le fibre, diminuire i carboidrati totali, diminuire l'indice glicemico, aumentare il ferro e aumentare l'apporto di molecole fitoterapiche. In sintesi, consumando alimenti composti dal 10% di farina di lupini (quantità che garantisce comunque l'attivazione del glutine e l'eventuale lievitazione), sarebbe possibile ottenere non pochi vantaggi nutrizionali.

Inoltre sembra che utilizzare questo mix di farine possa ridurre l'iperglicemia patologica, migliorare la colesterolemia patologica e migliorare l'ipertensione. Dopo tutto, come la soia, anche i lupini sono ottime fonti di colina (partecipa alla struttura di membrana cellulare e alla neurotrasmissione), di fenoli (antiossidanti), di saponine e di fitosteroli (molecole ipocolesterolemizzanti).

I lupini inoltre possiedono discrete quantità di minerali tra cui potassio ed il ferro. In merito alle vitamine, invece, si distingue una buona concentrazione di tiamina (vt. B1).

Riferimenti Bigliografici

Fiber, protein, and lupin-enriched foods: role for improving cardiovascular health. Belski R. Adv Food Nutr Res. 2012;66:147-215. doi: 10.1016/B978-0-12-394597-6.00004-5. 

Role of dietary proteins and peptides in cardiovascular disease. Cam A, de Mejia EG. Mol Nutr Food Res. 2012 Jan;56(1):53-66. doi: 10.1002/mnfr.201100535. Epub 2011 Nov 25. 

Technological and Nutritional Studies on Sweet Lupine Seeds and its Applicability in Selected Bakery Products vorgelegte Dissertation von M.Sc. Abdelrahman Ragab Abdelrahman Ahmed aus Kairo (Ägypten) von der Fakultät III – Prozesswissenschaften, Institut für Lebensmitteltechnologie und Lebensmittelchemie der Technischen Universität Berlin zur Erlangung des akademischen Grades Doktor der Ingenieurwissenschaften.

Tag: Lupino

Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner