Zucca

Il termine zucca deriva da "cocutia" (testa), poi trasformato in "cocuzza", "cozuccae" e, infine, zucca. È originaria dell'America Centrale e i semi più antichi, ritrovati in Messico, risalgono al 7000-­6000 a.C. La zucca appartiene alla grande famiglia delle Cucurbitacee, molto ricca di varietà, sia per quanto riguarda la forma, che per il colore.

Le proprietà della zucca sono innumerevoli a partire dal basso contenuto calorico e dall’alto contenuto di carotenoidi e di fibra idrosolubile (pectine) che favorisce la regolarità intestinale agendo come antiinfiammatorio e protettivo della mucosa. Inoltre, è ricca di minerali, tra cui fosforo, ferro, magnesio e potassio; buono anche il quantitativo di vitamina C e di vitamine del gruppo B.

La zucca è considerata inoltre come il maiale: non si butta via nulla, a partire dai semi che oltre ad essere molto buoni come spuntino possiedono buone quantità di ferro, grassi insaturi e proprietà vermifughe. La buccia della zucca priva della parte più cerosa possiede inoltre vitamina K e calcio ed è molto buona e saporita.


Dizionario

Grano saraceno

Il grano saraceno (Fagopyrum esculentum) è una pianta erbacea della famiglia delle Poligonacee. Dal punto di vista botanico non si tratta...

Miele

Il miele per millenni è stato il principale dolcificante utilizzato dall'uomo e se ne hanno notizie già in documenti egizi, sumeri,...
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner